Persepolis

L’attuale versione di Persepolis, basata sul brano originale di Iannis Xenakis, re-mixato, risolve l’ascolto del pezzo completandolo con una parte visiva ripensata per il teatro o le sale da concerto attrezzate. Prima di tutto una video- scenografia di laser, realizzata real-time, con possibilità di variazione e controllo durante lo spettacolo è proiettata in sala in parallelo alla diffusione surround (quadrifonica) del suono. Questo restituisce il disegno originale del polytope così come era stato concepito da Xenakis. Per ovviare al fatto che i laser originariamente venivano proiettati sulle colonne e sulle statue di Persepolis e non quindi su uno schermo piatto, ho deciso di aggiungere alla performance l’elemento plastico mancante grazie ad una performer che a centro palco esegue una coreografia di movimenti estremamente rallentati. Parte dei laser virtuali, “vestono di luce” il corpo della performer che nel lento variare delle posizioni restituisce il senso della plasticitàoriginaria e permette al pubblico un completo ascolto/visione del mirabile lavoro di Xenakis (Fabrizio Rosso)

Credits

Music: Iannis Xenakis
Performer: Giulia Troiano
Choreograohy: Téo Ghil
Real-time Video Scenography: BASHIBA.com (team members: Sebastiano Barbieri, Roberto Mucchiut, Alessandro Perini, Roberto Vitalini)

Eventi

6 maggio 2011, Teatro Foce Lugano (Ticino, Switzerland)
22 ottobre 2011, spazio EX3, Firenze (Italy)
12 novembre 2011, “Tage für Neue Musik”, Zurigo (Switzerland)

Torna su