Le quattro nuove stagioni

È uno dei soggetti più celebri e di più grande successo di tutta la storia della musica, quello delle stagioni. Quattro elementi simili ma diversi che si succedono l’un l’altro, collegandosi direttamente all’esperienza soggettiva di ogni ascoltatore: chi non ha una propria idea di cosa sia l’inverno oppure l’estate?
Da qui sono partiti in passato alcuni dei più grandi compositori – come Vivaldi, Haydn, Čajkovskij o Piazzolla – e sempre da qui decide di partire oggi il trio Niton (formato da Zeno Gabaglio, El Toxyque e Luca Xelius Martegani) per dare un’interpretazione contemporanea del soggetto delle Stagioni. Le Stagioni sono suono e senso, ma di sicuro anche immagine. Così per dare ancora più forza evocativa alla rappresentazione de “Le quattro nuove stagioni” interverrà l’immaginazione di Roberto Mucchiut.

Credits

Zeno Gabaglio: violoncello elettrico, elettronica
El Toxyque: corde, ance, materiali sonori, elettronica
Luca Xelius Martegani: elettronica, regia del suono
Anahì Traversi: voce
Roberto Mucchiut: live video, proiezioni e luci
Vanni Bianconi, Massimo Gezzi, Alma Riera e Flavio Stroppini: testi

Eventi

22 maggio 2014, Teatro Sociale Bellinzona (Ticino, Switzerland)

Torna su